PERCHÉ QUESTO MAGAZINE


Prima di tutto: il titolo. Per chi non lo sapesse tre casettine dai tetti aguzzi è il primo rigo della poesia di Aldo Palazzeschi intitolata Rio Bo. Ma perché tre casettine? Perché questo magazine (che un vero magazine non pretende di essere, non essendo registrato come tale ed essendo aggiornato senza cadenza mensile) vuole parlarvi di progettazione, di costruire, di risparmio energetico grazie all’ingegnere civile Mirko Rizzi (e quale costruzione è più simbolica di una casa?) e perché dall’altra parlerà di libri e cultura (qui rientra il ruolo della poesia) grazie a Lara Zavatteri, scrittrice.

giovedì 7 agosto 2014

IL PROGETTO SOSTENIBILE: CASA PERLOT - FAI DELLA PAGANELLA

Riporto qui un esempio applicativo di progetto di un edificio secondo la logica dello sviluppo sostenibile.
L’intervento descritto si riferisce alla realizzazione di un nuovo edificio con destinazione a residenza ordinaria costituito da una unità abitativa progettato secondo principi bioclimatici con una classificazione energetica A+:
La presentazione del progetto da indicazioni sulle considerazioni alla base di questo approccio come ad esempio l'importanza delle facciate dell'edificio e della loro esposizione rispetto al sole e al vento; l’involucro edilizio è progettato per modificarsi in relazione alle condizioni del clima: 
i flussi dell'energia del sole saranno favoriti in inverno e schermati in estate, 
i flussi del vento saranno favoriti in estate e schermati in inverno. 

Nessun commento:

Posta un commento