PERCHÉ QUESTO MAGAZINE


Prima di tutto: il titolo. Per chi non lo sapesse tre casettine dai tetti aguzzi è il primo rigo della poesia di Aldo Palazzeschi intitolata Rio Bo. Ma perché tre casettine? Perché questo magazine (che un vero magazine non pretende di essere, non essendo registrato come tale ed essendo aggiornato senza cadenza mensile) vuole parlarvi di progettazione, di costruire, di risparmio energetico grazie all’ingegnere civile Mirko Rizzi (e quale costruzione è più simbolica di una casa?) e perché dall’altra parlerà di libri e cultura (qui rientra il ruolo della poesia) grazie a Lara Zavatteri, scrittrice.

lunedì 11 marzo 2013

GUIDO, GIULIANO E LARA LAREMI



Per la rubrica La casina di marzapane, ecco un libro che è tra i miei preferiti e da salvare nella casina a tutti i costi. Si tratta di Due di Due di Andrea De Carlo, un romanzo poetico che racconta la storia di due amici, diversi in tutto eppure uniti proprio per questo. Il protagonista è Guido Laremi, mentre la voce narrante è quella dell’amico Mario, che ricorda la loro amicizia durata decenni, fin dai banchi del liceo.

Mario, più posato, inizia a porsi domande proprio per la vicinanza a Guido. Non finirà l’Università e con la sua ragazza, Martina, andrà a vivere in campagna, cercando di andare avanti in un concetto di vita green quando ancora di queste cose nemmeno si parlava.

Guido gira il mondo, fa esperienze diverse, diventa scrittore, ha un figlio, il piccolo Giuliano, che non vedrà crescere, perché Guido muore schiantandosi, come si legge nel libro, in una strada senza alberi.

È un libro sull’amicizia, sulle strade che decidiamo di prendere e su quelle che, invece, non imboccheremo mai.

In Villa Metaphora si trova il personaggio di Lara Laremi, figlia di Guido.

Nessun commento:

Posta un commento